Lo stato di all'erta mentale.

Per quale motivo dare così importanza allo stato di allerta mentale? Perchè se non si pone la giusta attenzione a ciò che avviene attorno a noi con molta probabilità ritarderemo nel percepire per tempo quei segnali e dettagli comportamentali che sono premonitori di situazioni a rischio che possono culminare in un'aggressione. In altri termini, dobbiamo pensare che potremmo essere presi di sorpresa in qualsiasi momento da eventi improvvisi e violenti. Per sapere reagire a minacce esterne dobbiamo prestare attenzione sviluppando un'attitudine che deve diventare un abito mentale. Volendo schematizzare un metodo per mantenere lo stato di allerta mentale, quello dei 4 colori ben si presta a capire lo stato di attenzione nel quale in un certo momento ci troviamo. Di seguito s'illustra l'allerta mentale nei 4 stadi:
CONDIZIONE BIANCA In questa condizione lo stato è di naturale rilassamento. S'ignora totalmente ciò che ci circonda. Ad esempio, camminando a piedi in strada si urta qualcuno per sbaglio pensando ad altro. E' questa la condizione che definiamo Bianca. Un altro esempio: in auto ad un incrocio urtiamo un altro perché ,"soprappensiero" , non abbiamo dato la precedenza, siamo in Condizione Bianca. Se veniamo aggrediti "dal nulla" siamo in Condizione Bianca. Molta gente muore nella Condizione Bianca. Basta pensare agli incidenti stradali. Quanta gente vediamo che è al volante ma è distratta, immersa nei propri pensieri, ben lontani dall'attenzione alla guida? Questa è la Condizione Bianca di allerta.
CONDIZIONE GIALLA Lo stato generale della persona è rilassato, ma si è consapevoli del posto in cui ci si trova e di cosa si sta facendo. In auto, prestiamo attenzione a cosa fa l'auto avanti a noi e quella dietro, agli incroci prima di partire controlliamo sempre che non transitino altre auto prima di attraversarlo, al parcheggio controlliamo rapidamente chi c'è vicino a noi prima di salire in auto. Camminando a piedi ci si districa tra la folla senza urtare od investire nessuno. Questa è la condizione ottimale da osservare in luoghi affollati. Bisogna semplicemente prestare attenzione a ciò che ci accade intorno, a breve distanza.
CONDIZIONE ARANCIONE E' una condizione di allarme specifico. L'auto di fronte frena improvvisamente : la reazione è o si frena immediatamente o si sterza. L'auto dietro si avvicina troppo velocemente. Un tizio sconosciuto ci sta seguendo fin dove abbiamo parcheggiato l'auto. Tra la folla notate una persona sconosciuta che sta dirigendosi energicamente nella nostra direzione, una discussione sta degenerando in un alterco vero e proprio. In queste situazioni, ci si prepara ad amministrare vere e proprie situazioni di pericolo . In questa situazione si valutano con attenzione, e in modo attivo, le possibili vie di fuga. CONDIZIONE ROSSA E' la condizione in cui c'è un attacco in corso. La reazione: scappare o difendersi. L'auto di fronte a noi non ha solo frenato immediatamente, ma ha anche messo la retromarcia! Il tizio che ci ha seguito fino al parcheggio estrae un coltello e ci vuole derubare, il tizio ubriaco tra la folla ha scelto noi come bersaglio preferenziale per smaltire il suo alcool, il tizio dell'alterco ci ha spintonato.
E' praticamente impossibile passare dalla Condizione Bianca a quella Rossa iin modo istantaneo, invece è facile passare dalla condizione Gialla a quella Rossa senza troppi ritardi. Questa simbologia cromatica che raffigura gli atteggiamenti mentale è così generale e flessibile che può trovare applicazione in qualsiasi attività quotidiana. Se si è ben consapevoli di ciò che accade intorno a noi, si riduce drasticamente le possibilità di essere colti di sorpresa, e la sorpresa è mezza battaglia: per l'aggressore è fondamentale per riuscire nei propri intenti!