Linee guida sulla difesa da armi da fuoco

Premesso che è possibile difenderci da un’arma da fuoco solo se una persona ci sta minacciando, questo perchè in quel momento vuole qualcosa da noi e quindi ucciderci non è il suo obiettivo primario. Tuttavia non dobbiamo fare nessuna differenza su quali siano le reali intenzioni dell'aggressore e dobbiamo agire nel momento giusto con la massima rapidità e determinazione. La neutralizzazione di un uomo armato, tecnicamente deve essere eseguita con molta precisione, ed è suddivisa in tre fasi: 1) Neutralizzare il pericolo schivando e ridirezionando la linea di fuoco. 2) Attaccare l’aggressore. 3) Impossessarsi dell’arma e prendere distanza. Il momento più adeguato per reagire è quando è distratto, la distrazione può nascere da una sua azione, per esempio se ci dà qualche ordine, oppure procurata da noi per esempio facendo qualche domanda all’aggressore. L’azione si considera conclusa quando ci si è impossessati dell’arma e allontanati dall’aggressore. E’ necessario rimanere sempre aggressivi perché sicuramente anche l’aggressore opporrà resistenza ed è possibile che faccia qualcosa per impedire di farsi prendere l’arma. E’ interessante dopo aver imparato le tecniche di base provare le tecniche in situazioni differenti, in piedi, a terra, con un ostacolo etc.